La Cassazione conferma l’orientamento in materia di traduzione del decreto di espulsione

La Corte di Cassazione, in accoglimento di un ricorso proposto dalla Clinica, ha annullato il decreto di espulsione impugnato, ribadendo il proprio costante orientamento secondo cui la mancata traduzione del decreto di espulsione nella lingua propria del destinatario determina la violazione dell’art. 13, comma 7, del D. Lgs. 286/98, con conseguente nullità non sanabile del provvedimento, anche in presenza dell’attestazione di indisponibilità del traduttore, qualora la stessa sia motivata con l’impossibilità di reperire un interprete di lingua madre; è da ritenersi impossibile la traduzione del decreto espulsivo nella lingua conosciuta dall’espellendo, e consentito l’uso della lingua veicolare, quando l’amministrazione affermi e il giudice ritenga plausibile l’indisponibilità di un testo predisposto nella stessa lingua o l’inidoneità di tale testo alla comunicazione della decisione in concreto assunta e venga quindi attestato che non sia reperibile nell’immediato un traduttore. Quindi la mera attestazione di indisponibilità di traduttore non è sufficiente, ma l’amministrazione deve addurre, e il giudice ritenere verosimili, le ragioni a sostegno dell’indisponibilità di un testo predisposto nella lingua conosciuta (nel caso di specie l’arabo) da sottoporre all’espellendo o dell’inidoneità in concreto di tale testo.

Leggi l’ordinanza della Cassazione

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su La Cassazione conferma l’orientamento in materia di traduzione del decreto di espulsione

Cassazione su espulsione e trattenimento del richiedente asilo in pendenza del termine per il ricorso

In accoglimento del ricorso proposto dalla Clinica, la Corte di Cassazione ribadisce che nella pendenza del termine per proporre ricorso contro il decreto di rigetto della domanda di protezione internazionale il soggetto conserva la qualità di richiedente asilo in accordo con il disposto di cui alla Direttiva 2013/32/UE e secondo la previsione di cui all’art.2, comma 1, lett. a) del d.lgs. 142/2015, secondo cui richiedente asilo è lo straniero che ha presentato domanda di protezione internazionale su cui non è stata ancora adottata una decisione definitiva ovvero ha manifestato la volontà di chiedere tale protezione.
Ne consegue la competenza esclusiva del Tribunale – e l’incompetenza del giudice di pace – a provvedere sulla richiesta di convalida del trattenimento.
La Corte ribadisce che il richiedente asilo non può essere espulso, e che la qualità di richiedente asilo permane in capo al cittadino straniero fino alla scadenza del termine per proporre ricorso avverso il provvedimento di rigetto della domanda di protezione internazionale.
Ne consegue che è manifestamente illegittimo il decreto di espulsione emesso nei confronti del cittadino straniero durante la pendenza del termine per impugnare il decreto di rigetto della domanda di protezione internazionale.

Leggi l’ordinanza della Cassazione

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Cassazione su espulsione e trattenimento del richiedente asilo in pendenza del termine per il ricorso

Aggiornamenti sull’attività della Clinica

Il Tribunale di Roma ha riconosciuto la protezione sussidiaria a S. O., una donna nigeriana assistita dalla clinica nel ricorso proposto contro il rigetto della domanda di protezione internazionale presentata durante il trattenimento nel CIE.

Leggi l’ordinanza del Tribunale

Il Tribunale, giudicando in sede di rinvio dalla Corte di Cassazione adita con ricorso predisposto dalla Clinica, ha rigettato la richiesta di convalida del trattenimento del richiedente asilo rilevando che il rischio di fuga legittimante la convalida del trattenimento ex art. 6 D.lvo n. 142 del 2015 è legato al fatto che il richiedente abbia fatto ricorso sistematicamente a dichiarazioni false sulle generalità (ipotesi non ricorrente nel caso di specie) e che non risultava allegato alcuna ulteriore ipotesi di cui all’art. 6 citato, tra cui non è contemplata la mancanza di mezzi di sostentamento che era stata posta a base del precedente provvedimento di convalida del tribunale poi impugnato e annullato dalla Corte di Cassazione.

Leggi il decreto di non convalida

Il Tribunale di Roma ha riconosciuto la protezione umanitaria a un richiedente asilo senegalese assistito dalla clinica.

Leggi l’ordinanza del Tribunale

I ricorsi sono stati redatti dagli studenti e dalle studentesse, sotto la supervisione degli avvocati della Clinica Legale.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Aggiornamenti sull’attività della Clinica

Aggiornamento

Il Tribunale di Roma ha riconosciuto il diritto alla protezione sussidiaria a un nostro assistito di nazionalità maliana. Il ricorso è stato presentato dall’Avv. Anna Novara e redatto insieme agli studenti e studentesse della Clinica Legale.

Leggi l’ordinanza del Tribunale di Roma

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Aggiornamento

“BRACCIANTI, CAPORALI E PADRONI”

L’Associazione Diritti di Frontiera

in collaborazione con la Clinica del Diritto dell’Immigrazione

presenta

“BRACCIANTI, CAPORALI E PADRONI

LO SFRUTTAMENTO DEL LAVORO NELL’AGRO PONTINO: STRUMENTI DI CONTRASTO E LOTTE DEI LAVORATORI SIKH.

INTERVENGONO:

MARCO OMIZZOLO

Sociologo, Coop. In Migrazione

ANTONELLA MASSARO

Università Roma Tre

GURMUKH SINGH

Presidente della Comunità Indiana del Lazio

DIEGO MARIA SANTORO

Avvocato, Centro Studi Tempi Moderni

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI DOCUFILM

“THE HARVEST. STORIE DI NUOVO CAPORALATO AGRICOLO IN ITALIACON SMK VIDEOFACTORY

Martedì 16 Maggio 2017, ore 15.30

AULA 4, ED. TOMMASEO, I PIANO DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE VIA OSTIENSE 139, ROMA

Per maggiori informazioni e contatti scrivere a: diritti.frontiera@gmail.com

Evento organizzato con il sostegno della Fondazione Charlemagne: www.fondazionecharlemagne.org

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su “BRACCIANTI, CAPORALI E PADRONI”

Italy and the Euro-Mediterranean Migrant Crisis

Vai alla Locandina

Wed. April 26, 2017

6-8pm

Columbia University (Faculty House, Presidential Room 1)

———————————–

Thur. April 27, 2017

6:30-8:30pm

Montclair State University (Feliciano School of Business, Lecture Hall 101)

National Reception, Lived Experiences, E.U. Pressures

Panel of Experts Introductory remarks

Ernest Ialongo (Hostos CC, CUNY) José Moya (Barnard College) Speakers Teresa Fiore (Inserra Chair, MSU) Nando Sigona (University of Birmingham) Giuseppe Campesi (Università di Bari) Enrica Rigo (Università degli Studi Roma Tre)

———————————–

Film Screening Come il peso dell’acqua (2014) Q&A with the director Andrea Segre

Film subtitles: Joint project by students at Montclair State University and University of Macerata, Italy

montclair.edu/inserra and facebook.com/InserraMSU inserra@montclair.edu

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Italy and the Euro-Mediterranean Migrant Crisis

Il Comunicato Stampa dell’Osservatorio sulla giurisprudenza in materia di trattenimento e allontanamento degli stranieri

Presentati i risultati della ricerca “Osservatorio sulla giurisprudenza in materia di trattenimento e allontanamento degli stranieri”, coordinato dalla Clinica del Diritto dell’Immigrazione e della Cittadinanza di Roma Tre, in partnership con i Dipartimenti di Giurisprudenza di Torino IUC, Bari, Bologna e Firenze.

L’osservatorio: comunicato stampa

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Il Comunicato Stampa dell’Osservatorio sulla giurisprudenza in materia di trattenimento e allontanamento degli stranieri

La Cassazione conferma il proprio orientamento in materia di legittimità del trattenimento dello straniero

Corte di Cassazione, ordinanza n. 5750/2017

La Corte di Cassazione ribadisce il proprio costante orientamento per cui il giudice, in sede di convalida dell’ordine di trattenimento dello straniero raggiunto da provvedimento di espulsione, è tenuto, alla luce di un’interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 14 del D. Lgs. 286/1998 in relazione all’art. 5, par. 1, della CEDU (che consente la detenzione di una persona, a fini di espulsione, a condizione che la procedura sia regolare), a rilevare incidentalmente, ai fini della decisione di sua competenza, la manifesta illegittimità del provvedimento espulsivo, che può consistere anche nella situazione di inespellibilità dello straniero, tra cui rientra anche lo stato di gravidanza della persona trattenuta.
Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su La Cassazione conferma il proprio orientamento in materia di legittimità del trattenimento dello straniero

La Corte di Cassazione accoglie il ricorso della Clinica Legale

Corte di Cassazione, ordinanza n. 5744/2017

È illegittimo il provvedimento con cui il giudice autorizza la proroga del trattenimento «ritenuta la sussistenza dei presupposti per la concessione della richiesta di proroga».
Si tratta con tutta evidenza di motivazione solo apparente contenuta in un modulo prestampato, affatto carente in ordine alla pur sintetica indicazione delle ragioni della ritenuta sussistenza dei presupposti per la concessione della proroga, nonché della infondatezza delle deduzioni svolte in udienza dalla difesa della persona trattenuta.
Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su La Corte di Cassazione accoglie il ricorso della Clinica Legale

Law and Gender – Human Rights seminar series
coordinated by
Enrica Rigo and Mirko Sossai

9 marzo 13.45 pm Aula 1.02

Presentazione di
“Gender and Migration in Italy”
di Elisa Olivito
Università di Roma La Sapienza

ne discutono con la curatrice

Sabrina Marchetti

Università Ca’ Foscari di Venezia

Laura Ronchetti
Consiglio Nazionale delle Ricerche

Dipartimento di Giurisprudenza Roma Tre
Via Ostiense 139

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su